Notice: Undefined index: access_token in /home/confrbaba.it/htdocs/wp-content/plugins/official-facebook-pixel/core/FacebookWordpressOptions.php on line 74
Tipi di baffi: Quale scegliere? | Confraternita della barba e dei baffi

Tipi di baffi

“Uomo baffuto sempre piaciuto” era così il proverbio, giusto? Barba o no – meglio si – i baffi accompagnano da sempre l’uomo e la sua peluria facciale in quanto tale, c’è chi sostiene che “un barbuto senza baffi, è come un cielo senza stelle” a sottolineare la profonda comunione tra questi due accessori di ogni uomo che si rispetti.

Bene, abbiamo parlato sempre e solo di barbaCome far crescere la barbacome curarla e quali sono gli stili alla moda o i tipi di barba da sfoggiare secondo il viso (barba corta, baffi e pizzetto, barba lunga e capelli rasati), oggi invece daremo più importanza ai fratelli maggiori e parleremo delle varie tipologie di baffi.

Partiamo subito dicendo che, come la barba, per essere belli e poter variare con i vari tipi di baffi occorrono innanzi tutto due bei mustacchi (cioè baffi in inglese, anche se è un termine abitualmente usato anche in italiano oramai)! I peli facciali sopra al labbro sono tra i primi a sbocciare, ma ovviamente fino a quando l’intera peluria non sarà “maturata” è difficile riuscire a lavorare molto sullo stile.

Nuovamente, come per la compagna che abita sotto al mento, è essenziale la cura e la pulizia! Le regole non sono affatto diverse dalla cura per la barba, solo che viene richiesta una maggiore manutenzione per eliminare tutti i peli superflui, a tale proposito potreste trovarvi a scegliere tra un buon rasoio shavette, con una strizzata d’occhio anche allo stile o un regola barba settato alla minima lunghezza: leggete il nostro articolo su quale scegliere tra regolabarba e rasoio.

Baffi naturali

baffi naturali sono il primo passo per chi decide di farseli crescere. Si adattano in modo “naturale” alla forma del viso e non richiedono particolari accorgimenti per delinearne forma e aspetto dato che sono, come dice il nome stesso, uno stile molto naturale, per un look tradizionale che non passa mai di moda, ovviamente la manutenzione minima occorre anche per loro: mento e guance assolutamente rasati e sbarbati per evidenziarli al massimo.

Baffi alla Dalì

Un altro baffo particolare e resto famoso da un personaggio in particolare, dal quale prendono anche il nome: Salvator Dalì. Questi baffetti sono sottililunghipiegati e curvati all’insu in modo assolutamente eccentrico, richiedono una certa cura per il mantenimento e un “aiuto” esterno, per esempio della cera da barba, per essere sostenuti. Una curiosità che molti forse non sanno è che spesso l’artista Dalì si faceva scattare le foto a testa in giù e successivamente ruotava la foto, in questo modo i suoi baffi avevano sempre un look particolarissimo.

stile baffi dalì

Baffi a manubrio

baffi a manubrio sono uno dei tipi di baffi che spesso si cerca di realizzare non appena i baffi naturali sono un po’ lunghetti, senza sapere che per rendere al meglio richiedono molta cura e un continuo arricciamento anche durante la crescita stessa. Il loro aspetto arricciato può essere mantenuto grazie all’uso di cere apposite per baffi e molta pazienza, è un look impegnativo, ma ha il suo deciso perché!

Baffi a spazzola

Uno stile di baffo che ricorda sicuramente due personaggi, diametralmente opposti nei cuori di tutti noi: sono i “baffi Hitler” o di Charlie Chaplin. Si compongono da una striscia molto spessa sotto al naso, ma subito rasati prima delle frogie.

stile baffi spazzola charlie chaplin

Baffi a tricheco

Sono un tipo di baffi molto difficile da vedere in giro, questo perché sono molto abbondanti e cespugliosi, tanto che spesso coprono la bocca interamente. Sono i baffi resi celebri e famosissimi dal filosofo Federico Nietzsche, (o forse sono stati i baffi a rendere famoso lui?). Richiedono molto tempo per la crescita e, ovviamente, un viso pulito dal resto della barba e delle basette, sicuramente uno stile non da tutti.

Baffi a ferro di cavallo

Detti anche barba ad ancora, consistono in ampi baffi folti e caspugliosi con estensioni verticali verso il basso dagli angoli del labbro fino a sotto la bocca, ricordano così la forma di un ferro di cavallo. Sono baffi molto tosti, caratteristici di omaccioni corpulenti e muscolosi, come il famoso wrestler Hulk Hogan.

stile baffi ferro di cavallo hulk hogan

Baffi Imperiali o Monarchici

Baffo caratteristico per la sua abbondanza e importanza, infatti da sotto il naso si abbassano fino ai lati della bocca e sulle guance, curvandosi all’insù. Ottimi per camuffare un naso grande, sono estremamente rari da trovare in giro, se incontrare un uomo con questo tipo di baffo fatelo passare, con ogni probabilità è il Re di qualche regione lontana e se offeso vi farà decapitare.

Come curare i baffi

Abbiamo già visto come curare la barba e sotto molti aspetti i passaggi basilari risultano analoghi:

  • Lavaggi quotidiani, soprattutto dopo i pasti e dopo lo sport
  • Usare prodotti specifici per barba e tutti i tipi di baffi, come l’olio da barba e lo shampoo
  • Rifinire lo stile dei baffi scelto, aiutandosi con spazzola e cera per preservare il look
  • Sfoggiarli con orgoglio e difenderli da critiche e invidie

baffi perfetti sono uno degli stili maschili più difficili da mantenere, perché il viso deve sempre restare pulito e sbarbato per risultare elegante e ordinato.

Come tagliare i baffi

Come la barba, anche i baffi hanno bisogno di essere curati e sistemati per presevare lo stile scelto. Possono essere degli ottimi alleati per mascherare un naso grosso ma devono comunque essere sempre curati. Per tagliare i baffi, almeno inizialmente consigliamo l’aiuto di uno professionista, sia per capire come portare i baffi in modo che vivalorizzino, sia per dare subito uno aspetto preciso e netto al vostro look.

Per la manutenzione di tutti i giorni, secondo i vari stili di baffi, esistono numerosi accessori base, sicuramente un rasoioelettrico per i più pigri o manuale per i maniaci dell’ordine, è d’obbligo per pulire le zone dove non deve crescere nessun pelo come collo e mento.

Risultano molto utili anche dei piccoli pettini da barba (o una spazzola da barba) per districare i peli dei baffi e ordinarli, soprattutto quando si usa anche la cera risultano comodi per distribuirla in modo uniforme dopo l’applicazione con le dita e dare gli ultimi ritocchi.

Prodotti consigliati

Ecco alcuni prodotti per la cura dei baffi che ci sentiamo di consigliarvi su Amazon, sia per via della marca “blasonata” che certifica garanzia e risultati, sia perché consigliateci dai fan, barber e barbuti, molto soddisfatti dei loro acquisti.

Cera The BIG Company

Questo brand Canadese propone una cera / balsamo per disciplinare i baffi veramente eccellente.
E’ un prodotto 100% BIO pensato appositamente per prendersi cura dei baffi con una tenuta ottima e senza residui.
Ingredienti: cera d’api, burro di Karitè, olio di Argan, olio di Jojoba, Olio di Vitamina E, olio di vinaccioli

stile baffi: cera barba the big company

Balsamo Mr. Beard

Un altro prodotto eccellente per curare la barba ed i baffi è questo balsamo aromatizzato alla lavanda e legno, dona lucentezza alla barba alleviando irritazioni e secchezze della pelle.
Ingredienti: burro di karité, lanolina, olio nocciolo di albicocca, cera d’api, olio di jojoba, olio di argan, olio di cocco, olio di semi di rosa canina, olio di girasole, naturale vitamina e.

stile baffi: balsamo barba mr beard

Kit completo Breet

Un kit per la cura della barba completoolio da barba, balsamo da barba, pettine e spazzola da barba. Prodotti naturali e sicuri, la spazzola ha il manico in legno e setole naturali, il pettine per i baffi ha denti lisci e curati per non strappare peli. Olio e balsamo sono fatti con ingredienti naturali per prendersi cura della barba e della cute sottostante.

stile baffi: kit breet con olio, balsamo, pettine e spazzola da barba